Economia/Territorio - Agroalimentare

Resoconto dell’8a Giornata dell’Economia 2010

La Giornata dell’Economia realizzata dal sistema camerale su tutto il territorio nazionale costituisce ormai un appuntamento consolidato. La lettura dell’economia provinciale attraverso la lente delle Camere di Commercio, da sempre impegnate nella crescita del territorio in cui operano, offre lo spunto ad imprese e amministratori per analizzare le tendenze in atto.

__________________________________________________

Durante l’incontro, è stato proiettato il video Giovani reggiani nel futuro ideato dall’Osservatorio econonomico, coesione sociale e legalità e realizzato dal CEA (Centro E-Learning di Ateneo). Il documento contiene un’intervista ad alcuni dottorandi, dottori di ricerca e studenti dell’Università di Modena e Reggio Emilia sul tema dell’innovazione, della creatività e dei possibili sviluppi della città di Reggio Emilia.

Scarica il video

__________________________________________________

Nella prima parte della giornata, è stato presentato il Panel. Mercato del lavoro primo trimestre a cura del professor Massimo Neri della Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell’Economia dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Il documento è suddiviso in tre sezioni: nella prima è stato approfondito il tema Indici del mercato del lavoro in cui è possibile confrontare il tasso di occupazione, il tasso di attività e il tasso di disoccupazione a Reggio Emilia, in Emilia Romagna e in Italia. Nella seconda parte è possibile leggere alcuni approfondimenti su Gli ammortizzatori sociali e, infine una sezione è dedicata a Il mercato del lavoro a Reggio Emilia.

La professoressa Anna Grandori, dell’Università Bocconi, ha sviluppato il tema Misurazione e costruzione di benessere e sviluppo a livello micro-economico illustrando i parametri per l’analisi multidimensionale a livello d’impresa.

Il dottor Guido Caselli, direttore del Centro Studi della Camera di Commercio di Reggio Emilia, ha invece parlato di I livelli di cambiamento e le possibili azioni da compiere per mettere in atto i possibili cambiamenti economici e sociali.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn