Economia/Territorio - Agroalimentare

Resi noti nell’ambito dell’iniziativa “Capire i numeri dell’impresa” dedicato all’annus horribilis e alla finanza della ripresa

Si è svolto giovedì pomeriggio presso il Classic Hotel il convegno organizzato Confapi pmi Reggio Emilia, intitolato “Capire i numeri dell’impresa. L’annus horribilis e la finanza della ripresa” a cui ha preso parte un centinaio di imprenditori e gli esponenti delle banche presenti sul nostro territorio.

“Abbiamo ripreso l’approfondimento sulle criticità nelle interazioni tra il mondo imprenditoriale e gli istituti di credito riflettendo insieme per l’individuare strategie a sostegno della ripresa delle piccole e medie industrie reggiane” – ha spiegato Cristina Carbognani, Presidente Confapi pmi Reggio Emilia, intervistata in apertura da Stefano Catellani, giornalista di Milano Finanza, che ha moderato l’incontro.

Sono stati resi noti inoltre i risultati del monitoraggio semestrale con l’Associazione svolge su un campione di 100 imprese associate, da cui emerge che: per il 67% delle imprese intervistate la ripresa non ha avuto influssi benefici nel loro rapporto con le banche, né sul loro rating. Aspetto su cui il 32% rileva un peggioramento dovuto all’inserimento dei bilanci 2009 nel calcolo dell’affidabilità d’impresa. Il 68% poi non ha riscontrato significativi miglioramenti nei tempi di approvazione delle linee di credito.

I dati conclusivi del check-up finanziario delle pmi – svolto da Confapi in collaborazione con la Camera di Commercio di Reggio Emilia – sono stati illustrati da Mattia Iotti, Docente di Economia Università degli Studi di Parma, e hanno rilevato come: “Sia necessario sviluppare una cultura d’impresa basata sulla valorizzazione della gestione finanziaria in azienda e come sia diventato imprescindibile porre una grande attenzione non solo agli indici di conto economico, ma anche al rendiconto finanziario e all’andamento dei flussi che fanno capire se e come l’azienda sia in grado di far fronte ai propri impegni”.

Dall’integrazione tra queste analisi Confapi ha voluto creare le chiavi di lettura per quella “strategia della ripresa” sulla quale sono stati chiamati ad un confronto gli imprenditori e gli stakeholders del settore creditizio.

Al vivace dibattito hanno preso parte: Banca di Cavola e Sassuolo Anna Schenetti, Ufficio Controllo Crediti; Banca Monte dei Paschi di Siena Fabrizio Poltronieri, Responsabile Area Territoriale Emilia Romagna; Banca Monte Parma Marco Cavazzoni, Direttore Raggruppamento Reggio Emilia; Banca Popolare dell’Emilia Romagna Antonio Rosignoli, Direttore di Area provincia Reggio Emilia; Banca Reggiana Marco Piccinini, Direttore Generale; Banco S. Geminiano e S. Prospero Silvano Tamagnini, Responsabile Area Affari Reggio Sud; Cariparma Fabio Niccolai, Responsabile Area Imprese Emilia; Carisbo Claudio Ciavarella, Responsabile delle Relazioni Territoriali; Credem Mauro Monti, Area Reggio Emilia; Credito Cooperativo Reggiano Luciano Aguzzoli, Direttore Generale; Unicredit Corporate Banking Giuseppe Zanardi, Responsabile Area Emilia Ovest. Il pomeriggio si è concluso con un momento conviviale.

Guarda le foto dell’evento e scarica il materiale dell’evento

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn