Economia/Territorio - Commercio e servizi

Congiuntura del commercio di Unioncamere Emilia Romagna

L’indagine e realizzata in collaborazione da Unioncamere Emilia-Romagna, Camere di commercio della regione e Unioncamere italiana

.

Le vendite in Emilia Romagna sono diminuite del 7,4 per cento, un nuovo massimo per l’intensità della crisi.

La crisi è più dura per il dettaglio specializzato in prodotti non alimentari (-9,2 per cento) e gli esercizi specializzati alimentari (-7,7 per cento). Iper, super e grandi magazzini contengono la perdita (-0,3 per cento).

Ancora più grave l’andamento delle vendite per la piccola distribuzione (-10,5 per cento) e per la media dimensione (-9,7 per cento), ma è di nuovo negativo anche per le imprese di maggiore dimensione (-2,0 per cento).

Al 31 dicembre 2012 le imprese attive nel dettaglio erano 47.926, 554 in meno (-1,1 per cento) rispetto ad un anno prima (-0,2 per cento in Italia).

.

Collegati al sito di Unioncamere Emilia Romagna

Osservatorio della congiuntura del commercio in Emilia Romagna

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn