Economia/Territorio - Economia generale

Indagine congiunturale Camera di Commercio – 1° trimestre 2014

L’analisi dell’andamento congiunturale del 1° trimestre 2014 della provincia di Reggio Emilia a cura dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Reggio Emilia

.

.

Motore dei primi segnali di ripresa resta l’export:  +4% gli ordini, +4,3% il fatturato

Hanno trovato conforto nelle cifre i sentimenti di moderata fiducia che gli imprenditori del manifatturiero reggiano esprimevano all’inizio della scorsa primavera.
Dopo cinque trimestri consecutivi di variazioni negative, nei primi tre mesi del 2014 la produzione manifatturiera è infatti tornata a crescere, facendo segnare un +1,4% rispetto al primo trimestre dello scorso anno. Il dato appare ancor più significativo se si considera che anche l’ultima parte del 2013 si era chiusa all’insegna della flessione (-1,2%).
A sostenere questo migliore andamento vi è l’aumento, seppur limitato allo 0,4%, degli ordini nel loro insieme (interno + estero), che da due anni erano in territorio negativo.
Il motore di questo accenno di ripresa appaiono, comunque e ancora una volta, gli ordini dall’estero, con un aumento del 4% rispetto al primo trimestre 2013.
Positiva è anche l’evoluzione del fatturato, che nel complesso è aumentato dell’1,2% in ragione d’anno; anche qui, in ogni caso, è l’estero a trainare i valori all’insù, con una crescita del 4,3%.
Il periodo di produzione assicurato dal portafoglio ordini registra una tendenziale flessione rispetto al trimestre precedente, mentre il grado utilizzo impianti tende progressivamente a crescere: è arrivato a quota 85,7% della capacità produttiva a fronte del 76% di un anno prima (del primo trimestre 2013).
Sono state soprattutto le imprese più strutturate, dai 10 addetti in su, quelle che hanno registrato incrementi di produzione (+1,7% le aziende da 10 a 49 addetti¸ +1,9% quelle da 50 addetti e oltre) mentre le piccole, pur delineando un percorso di tendenziale miglioramento dei volumi produttivi, registrano ancora un calo, seppur contenuto in un -0,5%.
Fra i settori produttivi, il metalmeccanico e l’elettrico-elettronico mostrano le migliori performance produttive, mentre gli altri comparti oggetto di analisi  rilevano cali di produzione (sempre in ragione d’anno) oscillanti fra la pressoché stazionarietà delle materie plastiche (-0,2%) e il e la flessione del 2,3% dell’alimentare.
Positivi per tutti i comparti (ad eccezione delle materie plastiche che registrano stazionarietà rispetto ad un anno prima) sono invece gli andamenti sui mercati esteri sia per ciò che riguarda il fatturato – con variazioni, rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, comprese fra il +9,1% del ceramico ed il +0,3% dell’elettrico-elettronico – sia per gli ordini, con un incrementi fra un  massimo del 7,9% del ceramico ed un minimo dello 0,3% dell’elettrico-elettronico.

.

.

Scarica il testo completo

.

Indagine congiunturale Camera di Commercio – 1° trimestre 2014 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn