Economia/Territorio - Commercio estero

Esportazioni reggiane nei territori interessati da conflitti

L’analisi effettuata dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Reggio Emilia sui dati Istat

.

.

Mentre non si fermano lo sdegno e l’orrore per le sofferenze della popolazione civile e le migliaia di vittime innocenti che i conflitti stanno provocando, aumentano anche le preoccupazioni degli operatori economici reggiani rispetto alle guerre che si stanno consumando, dichiarate o no, in tante parti del mondo, con in primo piano la situazione di Ucraina e Russia, Iraq, Palestina e Israele, Gaza, Siria, Libia.

Verso queste zone “calde”, le imprese reggiane esportano ogni anno prodotti per diversi milioni di euro: più di 473 nel 2012, 508,3 nel 2013 e già 117 nei primi tre mesi del 2014.

Nel 2013 le esportazioni reggiane hanno raggiunto gli 8,6 miliardi, e il 6% dei prodotti ha avuto come destinazione questi territori, nei quali l’industria manifatturiera, con 507,8 milioni di euro, rappresenta la quasi totalità del venduto. I restanti 466,3 mila euro riguardano prodotti agricoli, dell’estrazione e delle attività dei servizi di comunicazione e informazione.

.

Scarica il documento completo

Esportazioni reggiane nei territori interessati da conflitti

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn