Coesione sociale

Report sulla coesione sociale a Reggio Emilia – 2011

.

Dopo il report sulla coesione sociale a Reggio Emilia presentato alla fine del 2010 l’Osservatorio economico, coesione socile, legalità ha focalizzato l’attenzione su due aspetti di rilievo: da un lato, le nuove vulnerabilità, dall’altro le risorse inattese, in prevalenza degli immigrati.

.

Il report (curato da Gino Mazzoli, esperto di problemi del welfare e del Terzo settore, in collaborazione con i ricercatori dell’Università di Modena e Reggio Emilia Francesca Mattioli, Vincenzo Ricciari e Matteo Rinaldini) approfondisce due degli aspetti emersi con la stesura del primo rapporto che aveva segnalato una provincia ancora forte ma attraversata da criticità inattese (soprattutto rispetto al ceto medio impoverito) e da risorse impreviste (collocate in prevalenza fra gli immigrati). A questi due temi si riferiscono gli approfondimenti di questo nuovo rapporto.

Il lavoro è impostato su due livelli: un approfondimento quantitativo (quello qui brevemente descritto) ed un altro qualitativo che sta coinvolgendo diversi attori sociali, economici e istituzionali del territorio. L’esito dell’intreccio di questi due filoni di ricerca verrà presentato nei primi mesi del 2012.

La logica che si tenta di seguire è quella di non replicare letture sociali e sanitarie che vengono già realizzate in altre sedi istituzionali (piani di zona, profilo di comunità, …), ma di valorizzare la dimensione economica come fenomeno con una valenza sociale cruciale per la vita quotidiana delle persone

.

Scarica la sintesi del Rapporto

Sintesi Coesione sociale 12 dicembre 2011.

.

Scarica la presentazione

.

Le nuove risorse

.

Viaggio nella vulnerabilità

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!